Condividi i tuoi pensieri, i tuoi racconti, le citazioni, le interviste, le conferenze.
Entra crea il tuo account, scegli un argomento e ascolta o carica il tuo audio.
Benvenuto tra noi
Albania Armenia Azerbaijan Basque-country Bosnia-Herzegovina Bulgaria CZ China Denmark Eritrea Estonia Finland France Germany Greece Haiti India Indonesia Ireland Israel Italy Japan Macedonia Malta Afrikaans Netherland Pakistan Poland Portugal Romania Russia Serbia Spain Sweden Tanzania Turkey Ukraine UK Vietnam
Ethiopia Saudi Arabia Belarus Catalonia North korea Croatia Philippines Galizia Wales Georgia Island Latvia Lithuania Malaysia Nepal Norway Iran Slovakia Slovenia Thailand Hungary Yiddish
30 ott 2011

A proposito di Freerumble

1 Comment Blog

Alcune persone mi hanno incolpato di buonismo, tirando in ballo gente con disabilità visiva.

Bene, io rispondo che non è una questione di far bene agli altri, ma è una questione di civiltà.

Nella vita scrivo anche romanzi, ma questa volta l’idea è caduta su un Social Network Audio. Un Social Network amato dai patiti dell’ascolto, quelli che odiano la maleducazione dell’immagine spiattellata dappertutto e ovunque, un sito forse più per radioamatori o per chi vuole costruirsi una radio gratis sul web. Poi mi sono detta, ma come mai un cieco non deve vedere le immagini sul computer? Quasi quasi aggiungo due argomenti: “Fotografie raccontate da te” e “Video racontati da te”, dove chiunque  può raccontare un quadro, un’immagine, un cortometraggio muto. Per questo motivo mi sono avvicinata all’Uiciechi (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti).

Addirittura colleghi giornalisti, mentre parlavo di Freerumble, mi chiedevano se in famiglia io avessi ipovedenti o ciechi. Come se fosse anormale pensare alle persone che hanno degli handicap. Questo è ciò che più mi ha dato fastidio.

Lo scopo di Freerumble  è quello di rendersi fruibile a chiunque, adesso inizieremo con i ciechi, ma un giorno non è detto che anche i sordi conosceranno Freerumble. Questo per me vuol dire vivere in un società.

A proposito ci tengo a dire una cosa importante: grazie agli audio inseriti dall’Associazione Disabili Visivi (ADV), da maestro di sub Gabriel Battaglia, dall’UICIECHI, io e molti come me che ci vedono benissimo non avremmo mai immaginato che un cieco può giocare a ping pong, che un cieco possa fare il Sub e tanto altro.  Freerumbe ma mi ha dato l’occasione di comprendere meglio realtà che non conoscevo; le ha date a me e le ha trasmesse alle mie conoscenze, alle mie amiche.

Tags: , , , , ,
written by
Blogger at Franzrusso.it, web e social media consultant
Related Posts

One Response to “A proposito di Freerumble”

  1. Rispondi Lionello Boni says:

    Informazioni molto utili, grazie per averle rese pubbliche

Leave a Reply