ASCOLTA

user

Ascolta | Pausa | Indietro 5 secondi | Avanti 5 secondi

Vai a min. sec.

Scarica questo file audio
(clicca sul link col tasto destro e seleziona "Salva con nome")

In un momento storico dove la tecnologia e la scienza avanzano, il concetto di sacro dovrebbe essere messo in discussione.
Apparentemente, tra sacro e profano esiste una contraddizione, poiché ci sono state tramandate, dalle nostre culture, come due categorie fortemente alternative e [...]
In un momento storico dove la tecnologia e la scienza avanzano, il concetto di sacro dovrebbe essere messo in discussione.
Apparentemente, tra sacro e profano esiste una contraddizione, poiché ci sono state tramandate, dalle nostre culture, come due categorie fortemente alternative e contraddittorie tra loro.
In realtà, in quest'epoca, il sacro e il profano non sono più ben distinti e nemmeno tanto alternativi. Oggi c'è un recupero del sacro, che normalmente, in un passato, rientravano nell'area del profano: il cibo, il corpo, il sesso e forse si potrebbe vedere in questo recupero del sacro, anche un'influenza del mondo orientale. Pensiamo al libro del kamasutra.
Valori civili e anche personali, come la libertà e la tolleranza, sono diventati valori sacri attraverso la secolarizzazione.
Da un altro canto, assistiamo alla totale desacralizzazione della persona umana in certi orientamenti come, ad esempio, quello dell'estremismo islamico: pensiamo agli eccidi compiuti in nome del Califfato. Profanare il corpo, profanare la vita e la morte sono per noi quanto di meno sacrale esista, arrivando al paradosso di una dissacrazione del sacro, attraverso l'affermazione assoluta di un'altra categoria del sacro.
Ma poi, sacro e religioso, sono la stessa cosa?

A colloquio con Elio Cadelo, Michele Di Nunzio e Giorgio Pacifici
[...] Mostra

Lingua : Italiano

Area geografica : Mondo

Trascrizione : Nessuna trascrizione disponibile

Condividi audio via mail
Link diretto all'audio :

Nessun commento audio disponibile
Nessun commento disponibile
Nessuna taduzione disponibile